Stefano Notargiacomo e la “meccanica del design contemporaneo” a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design?

Dai connubi più improbabili e dalle interconnessioni eccentriche e sperimentali, nascono consistenze estetiche eccellenti. A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? sarà presente Stefano Notargiacomo. Il punto di partenza del suo lavoro è la “ricerca”, nel senso lato della parola.

Il complemento d’arredo che non ti aspetti, perché non nasce da un progetto definito in partenza, ma dalla ricerca del pezzo meccanico specifico, intorno al quale disegnare una forma che dia vita ad un’opera d'arte. Cosi il corso di creazione è un processo inverso. La raccolta di materiali, a volte inattesi, innesca nell'artista un processo intuitivo, che permette solo successivamente una realizzazione pianificata di ciascun manufatto, con la collaborazione di artigiani esperti, ciascuno per il proprio settore di competenza. La lavorazione della parte meccanica,  che è ridotta al minimo, affinché essa possa mantenere il fascino dell’usura e del vissuto, si mescola con il plexiglas, il marmo e vari tessuti, trasformando il rottame di un vecchio motore in un oggetto d'arte, unico ed originale.

Delle sue opere, l'artista ama dire: “Mi piace pensare che le mie creazioni abbiano anche una dimensione sensuale, ossia la capacità di determinare nel fruitore dell'opera sentimenti contrastanti, così come è contrastante la durezza delle parti meccaniche con la leggerezza e le trasparenze del plexiglas. Il mio tentativo è sempre quello di conferire eleganza, e comunque una nuova vita, ad elementi a priori sprovvisti di fascino”.

Attualmente sta sviluppando nuovi progetti lavorando su parti meccaniche di auto di pregio, anche d’epoca. L’interesse suscitato si estende ed attrae non solamente appassionati di motori.