...le nostre news 

lun

03

apr

2017

IL NUOVO ECOCALCOLATORE DI ARJOWIGGINS GRAPHIC AIUTA LE AZIENDE A COMUNICARE LA PROPRIA ECOSOSTENIBILITA'

Arjowiggins Graphic sponsor tecnico di IOricicloTUricicli

 

Da oggi chiunque utilizzi le carte riciclate Arjowiggins Graphic ha a disposizione uno strumento ancora più facile da usare ed efficace che dà informazioni chiare e comprensibili sui risparmi di materie prime e quindi sulla salvaguardia dell’ambiente. Uno strumento che diventa un utile supporto alla comunicazione e al marketing delle aziende.

Aprile 2017 - Arjowiggins Graphic, noto gruppo cartario specializzato nella produzione di carte riciclate, ha implementato le funzioni dell’Eco calcolatorel’esclusivo strumento di calcolo del risparmio di materie prime e dei conseguenti benefici ambientali che derivano dalla scelta di stampare su carta riciclata Arjowiggins piuttosto che su una carta a fibra vergine.

Tutti coloro che utilizzano una delle molte linee di carta riciclata Arjowiggins Graphic può facilmente calcolare ben sei parametri diversi di risparmio. L’Eco calcolatore ambientale calcola infatti il risparmio che si ottiene grazie all’utilizzo di carta riciclata in termini di risparmio di materiali non inviati in discarica, di acqua, di energia elettrica, di legno, di emissioni di CO2 evitate e l’equivalente di chilometri percorsi da un’auto.

L’uso del nuovo Eco calcolatore è semplicissimo, basta collegarsi al sito http://www.arjowigginsgraphic.com/it/accoglienza/, andare nella sezione dedicata al calcolatore ambientale e scegliere il tipo di carta utilizzato. In pochi secondi si avrà a disposizione l’Eco calcolatore con i dati relativi al lavoro stampato, il tutto personalizzabile nel formato, nella grafica, con i loghi dei diversi benefici ambientali e quello del WWF. Il nuovo Eco calcolatore da oggi è anche compatibile con diversi strumenti sia desktop sia mobile e presenta nuove funzionalità che ne facilitano ulteriormente l’uso scegliendo se inserire i parametri di risme o fogli, di sacchetti o del peso totale della propria tiratura.

Il nuovo Eco calcolatore è uno strumento esclusivo che Arjowiggins Graphic mette a disposizione dei propri clienti per valorizzare in modo concreto la propria sostenibilità ambientale ed è già stato utilizzato da grandi aziende come FCA, Bottega Verde, Welcome Italia, e da realtà specializzate in diversi ambiti, dall’editoria all’organizzazione di eventi. 

Le scelte di acquisto dei consumatori sono sempre più orientate verso la ricerca della trasparenza: origine dei materiali, impatto sulla salute, responsabilità ambientale e sociale dell’azienda sono gli aspetti che le persone cercano nei prodotti. In questo scenario l’Eco calcolatore di Arjowiggins è uno strumento utile alla comunicazione e al marketing delle aziende di tutti i settori, perché permette di valorizzare concretamente il ruolo attivo dell’azienda in questa direzione. – afferma Monica Crepaldi, marketing manager di Arjowiggins Graphic Italia – Abbiamo notato come anche settori quali il lusso e la finanza abbiano apprezzato questo supporto e l’abbiano valorizzato nella loro comunicazione.”

ven

31

mar

2017

IOricicloTUricicli|ODD di Valentina Genovali

ODD è un progetto di Valentina Genovali. ODD è acronimo di Officine Del Disegno e in inglese significa strano, bizzarro. Nasce dall'esigenza di creare prodotti in cui design, arte e artigianato e si fondano insieme. Lo scopo è quello di progettare e personalizzare gli spazi e gli oggetti di vita quotidiana attraverso l'uso del disegno e del colore, creando oggetti unici e originali. Novità, colore e recupero di materiali di scarto sono caratteristica dei lavori di ODD.

Il distaccamento dalla standardizzazione degli attuali prodotti industriali e di grandi aziende del mobile e dell'oggettistica è l'obiettivo. ODD personalizza gli spazi e crea gli arredi.

 

Progetto: ET3Botti

 

Il progetto di questo elemento di arredo nasce dal recupero dei materiali che assumono una forma moderna, simpatica, originale. Un elemento di arredo che possa essere comodino ma anche mensola o portaoggetti. Il design è sempre il solito, ma ogni elemento è unico, in quanto le doghe sono una differente dall’altra con variazioni di forma, spessore e tonalità che dipendono dalla storia della botte, dal suo contenuto, dalla sua vecchiaia e dalla sua portata.

Le grafiche e i colori li rendono unici e distinguibili.

 

gio

30

mar

2017

A IOricicloTUricicli Sandra Faggiano

 

Architetto dal 2006, specializzazione in design industriale e master in grafica nel 2008, nel 2009 apre a Pescara il proprio studio di progettazione architettonica, e nel 2010 lo amplia col laboratorio di autoproduzioni sperimentali sostenibili. Vincitrice di svariati contest internazionali, partecipa a molteplici eventi e collettive, oltre che alle più importanti fiere di carattere nazionale ed internazionale nel settore design e moda. Presente alla Milano Design Weekdal 2010, al Salone del mobile Fiera Milano 2016 e 2014, alla StocKholm Furniture Fair 2015, alla Design Week Mexico 2015. Scelta da La Triennale Design Museum come una dei rappresentanti del nuovo design italiano per la mostra itinerante The New Italian Design 2.0 (San Francisco, Santiago del Cile, Cape Town, South Korea) e quest'anno alla XXI Triennale Esposizione Internazionale-W Woman in Italian Design.

 

Dal 2014 è anche docente del master in Interior Design presso l'Istituto di Formazione Professionale Infobasic.

 

Ogni pezzo è unico. Ogni auto-produzione è "sostenibile". Ogni collezione è in piccole serie limitate. Aggregazioni creative con oggetti di scarto della quotidianità, delle produzioni industriali ed in particolare lavorazioni edili. Creazioni "sperimentali" in cui si usano impasti di cemento per bio-edilizia, acqua e fili di canapa da idraulico, lavorati insieme riscoprendo antiche tecniche della cartapesta.

 

Il tutto condito sempre con un (auto)biografico spirito salentino.

 

mer

29

mar

2017

A IOricicloTuricicli 72oneLab

EIV ( electric independent vehicles) progettazione di un catamarano, le cui potenzialità immense, non necessitano di equipaggio e di carburante. In questo modo, le nuove tecnologie, permetterebbero di risolvere uno dei problemi più seri che attanagliano il nostro pianeta, l'inquinamento da materiale plastico negli oceani. Il sistema di raccolta è un dispositivo, ancora in fase di sviluppo brevettuale così come il sistema di riciclo del materiale stesso.

 

Questo progetto è di 7ZoneLab, laboratorio dotato di 4 stampanti 3D, assemblate tarate e perfezionate per ottenere gli standard qualitativi richiesti dai clienti per la creazione dei prototipi.

 

mar

28

mar

2017

IOricicloTUricicli | Folijna

Folijna (dal napoletano fuliggine) nasce nel 2014 da un’idea di Annamaria Preziuso e Arturo Argenio di recuperare oggetti oramai in disuso e trasformarli in modo da renderli nuovamente utilizzabili. Sono degli accumulatori prima che dei creativi e dal loro viaggiare nei paesi sottosviluppati  hanno potuto apprendere la pratica del riuso. Il riuso che in quei paesi è una necessità economica diventa in altri paesi creatività e campagna di sensibilizzazione all’emergenza rifiuti . Condizionati dagli scarti recuperati, l’ispirazione deriva anche da ciò che succede intorno a loro quotidianamente permettendogli di realizzare tutto quello che gli passa per la testa. Per questo i loro prodotti sono sempre diversi, imperfetti, a volte artistici e decorativi,  altre volte funzionali e minimali, ma sempre il più possibile ecosostenibili .

 

Sedute/contenitori e lampade portabili

 

Folijna questa volta ha pensato ai bambini realizzando divertenti  sedute e  lampade ottenute ricomponendo  lo scarto in legno di falegnamerie.  L’ironia sta nell’aggiunta di sturalavandini per ottenere una  seduta più morbida. Questi sono removibili permettendo ai più piccini di giocarci anche, inserendo  o estraendo lo sturalavandino nell’apposito foro.  Inoltre le sedute possono ribaltarsi per diventare tavolini o contenitori. Le lampade abbinate possono essere portate ovunque si voglia e a pressione si mantengono come applique su superfici lisce.

 

 

lun

27

mar

2017

IOricicloTUricicli | Carlotta Parisi

Carlotta Parisi nasce a Montalcino nel 1975 e nel 1994 si trasferisce a Milano per studiare illustrazione editoriale. Rientrata in Val d'Orcia apre nel 2004 il suo studio-bottega in cima al paese di Montalcino. Illustra libri, disegna loghi per le magliette, realizza rilegature in tela, inventa oggetti con i tappi del Brunello e fa fischiare l'argilla. Le sculture di carta sono l'ultima evoluzione della sua versatilità artistica. NEL 2011 Il suo Paper Cirkus ha girato l'Italia con il Tour del celebre trasformista Arturo Brachetti, richiamando  l'attenzione di stampa nazionale e delle reti Rai.

ven

24

mar

2017

A IOricicloTUricicli | NextMade

 

NextMade, nasce nel 2013 dalla collaborazione tra NextMaterials(spin off di INSTM), Daniela Canoro, esperta in comunicazione e marketing e Designamente, studio di design. La collezione si è sviluppata su 3 tipologie di prodotti: collezione ecodesign (oggetti multifunzionali in cartone ondulato); collezione technology (depurazione antibatterica inserita in oggetti dalle forme e materiali diversificati) e stampa 3d (oggetti prodotti con materiali innovativi come il 3dpaper filamento riciclabile nel filone della carta).

Nella collezione eco design gli oggetti in cartone ondulato si diversificano per le molteplici funzionalità: dal depuratore antibatterico Next al diffusore di fragranze Scent; dagli oggetti d’arredo Home agli oggetti d’arte 3dMaxi e progetti speciali. Inoltre, NextMade ha iniziato dal 2015 una collaborazione con l’artista Sergio Gotti di cui realizza i multipli.

Per la collezione technology NextMade presenta i nuovi depuratori antibatterici: dado, realizzato nel 2016 e tre nuove tipologie che verranno presentate in occasione del FUORI SALONE 2017.

La società si pone l’obiettivo di supportare in modo innovativo la ricerca universitaria e pertanto reinveste la maggior parte dei suoi ricavi in contratti di ricerca con l’università e nel supporto a giovani ricercatori.

I prodotti NextMade sono ecofriendly, realizzati a mano e MADE in Italy.

 

mer

22

mar

2017

A IOricicloTUricicli | PAOLA GAGLIARDONE - ISTINTO E RAKU

 

<<Nasco architetto, in Piemonte, col cuore rivolto al mare, a detta di tutti grande osservatrice fin dalla culla, amante delle matite e di qualsiasi cosa permetta di lasciare 'segni' cresco incoraggiata ad esprimermi e giocare con le immagini e la materia. Architettura, mestiere sociale che per me,  racchiude cultura a tutto tondo.

Istinto perché tendiamo ad assopirlo crescendo, relegandolo all'esuberanza dell'infanzia, finendo per stringerlo in una vita affaticata e non piena...e lui prova a farsi sentire, a volte riusciamo ad ascoltarlo, ad ascoltarci e da lì in poi è un divenire stupito di come per Vivere basti solo l'essenziale.

Raku perché è 'gioia di vivere', e mi rappresenta. Perché non c'è nulla di certo, di sicuro, non si ha l'ultima parola, ci pensano il fuoco, l'aria..l'acqua..e la terra, e mi piace lo stupore ad ogni forno di vedere come il pezzo creato 'canti', di come i suoi colori non si stabilizzino subito...con il raku si recupera il valore del tempo, dell'attesa, secondo ritmi più grandi del nostro quotidiano>>.

 

mar

21

mar

2017

A IOricicloTUricicli I Quadri di Ilary | Ilaria Lappano

Ilaria Lappano e' un'artista contemporanea.

Diplomatasi a Milano, presso l'Istituto Europeo di Design (IED), si reca in America per intraprendere importanti studi e ricerche che sfociano nella creazione della sua linea

"I Quadri di Ilary": Quadri & Lampade su misura per Arredo interni.

Il suo stile presenta una forte impronta MATERICA e MEDITERRANEA, mondo da cui proviene e uno spiccato interesse per gli effetti suggestivi di LUCE.

 

Il suo punto di partenza e' realizzare un'alternativa innovativa e di design ai tradizionali punti luce, da ciò nasce il "Quadro-Lampada", primo fra tutti: "Whiteness".

 

La sua linea"I Quadri di Ilary", rappresenta una costante ricerca verso un concetto di Estetica più elevato. Opere d'arte che ripropongo la Bellezza Italiana, come quella di un tempo. Eleganti creazioni che incontrano presto il favore dei molti.

lun

20

mar

2017

A IOricicloTUricicli MARCO DURANTI|Ristart

 

<< Sono Marco Duranti ho 29 anni classe 1987. Sono un artigiano romano. Il mio lavoro nasce come passione fin da quando ero piccolo dai lego alle ruspe giocattolo, a tutto ciò che aveva a che fare con creatività e manualità. Il primo mobile di riciclo risale all’età di 13 anni quando trovai al secchione un vetro, e da quel vetro nacque un mobiletto. Il riciclo infatti, è stato da sempre la mia fonte d’ispirazione, per due motivi: avere materie prime a zero costo, e il secondo dalla domanda: “perché quell’oggetto doveva essere buttato e non più utilizzato?”, penso che un’oggetto usato abbia più fascino di uno nuovo perché ha una sua storia, ha le sue rughe, ha da raccontare. Allo stesso tempo la sfida è di limare le rughe dando nuova vita all’oggetto ma mantenendo sempre la sua tempra, suscitando così curiosità ha chi lo guarda. La ricerca sempre di creare nuovi oggetti mi ha portato ad avere anche il titolo di inventore per ben due volte: un titolo per inventore come modello di utilità per un Sistema di posa in opera di massetti, e un titolo per inventore di Disegno Industriale per aver inventato dei mobili con un materiale di riciclo. Oggi dopo circa 16 anni dalle mie prime creazioni continuo la mia strada nella ricerca di “vecchie novità”, nella sfida di rendere quella cosa “vecchia ma nuova”>>.

 

exhibition

gio

19

gen

2017

FUORISALONE 2017 ISCRIZIONI APERTE

Giunto alla sua ottava edizione torna la collettiva più famosa della Design Week che promuove il design emergente IOricicloTUriciclo dal 4 al 9 aprile in via Tortona 35 al nhow hotel.

 

Per il FUORISALONE 2017 si è scelto il tema IN_FINITO_DESIGN per esaltare l'immensità della forza creatrice e propulsiva che si registra tra i nuovi brand e singoli designer contemporanei. Negli anni hanno aderito al progetto circa 200 nomi del panorama italiano.

 

IN_FINITO_DESIGN per porre l'accento sulle potenzialità “infinite” della progettazione e del “disegnare il futuro” nel presente.

 

IN_FINITO_DESIGN è anche un gioco di parole tra “finito e non finito … e infinito ancora” e tutte le pieghe invisibili ed invisibili di un racconto perennemente aperto, sempre vivace e vitale. IN_FINITO come le potenzialità del Design, capace di interpretare infinitamente la realtà dando risposte e sollevando interrogativi. Aprendo strade interpretative e soluzioni finite e IN_finite.

 

IN_FINITO_DESIGN come il numero “otto” dell'ottava edizione di IOricicloTUricicli un format vincente per promuovere il design emergente che negli anni ha avuto successo e conferme importanti ponendosi come vetrina illustre per i giovani in fase di start up e per i nuovi brand e ancora, divenendo ponte sinergico con un folto pubblico di buyer internazionali e giornalisti.

 

Nella settimana del FUORISALONE - nel quartiere generale di VIA TORTONA – IOricicloTUricicli è da otto anni il progetto vincente e la tappa imperdibile tra le infinite proposte della Milano Design Week.

 

lun

13

giu

2016

NDI 24|27 NOVEMBRE 2016 - VIA DANTE 14

Il temporary shop dedicato all'eccellenza del made in italy fatto dalle donne

Dal 24 al 27 novembre 2016 torna nel cuore pulsante dello shopping milanese ­via Dante 14 ­ il Temporary Shop dedicato all'eccellenza del Made in Italy fatto dalle donne: Natura Donna Impresa.

L'evento coinciderà volutamente con il 25 Novembre, Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, ponendo al centro di tutte le quattro giornate confronti, performance artistiche e presentazioni di libri per urlare il NO ai femminicidi e ad ogni forma di sopruso che quotidianamente, in Italia e nel resto del mondo, migliaia di donne ancora subiscono.

Dal 24 al 27 novembre il centro storico di Milano si tingerà di rosa portando nella centralissima via Dante, tra il Duomo e il Castello Sforzesco, il meglio dell'Arte, del Design, della Moda e dell'Artigianato realizzato in Italia dalle Donne secondo principi di sostenibilità. Tra le novità ci sarà l'apertura di alcune aree tematiche, quella dedicata alle nuove Applicazioni dando spazio alle App pensate per le donne e quella dedicata alla Moda Curvy ­ “So curvy So cool” ­ promuovendo brand che creano moda pensata per tutte le forme.

Quando le donne si incontrano nascono mondi nuovi. Paesaggi inaspettati si aprono per cammini tra sinergie e sogni. Visioni e intuizioni. Possibilità e ipotesi sul filo della poesia.

CHIEDICI INFO SU: www.naturadonnaimpresa.com|info@naturadonnaimpresa.com

mar

29

mar

2016

Green Energy - Green Living   -  ELMEC SOLAR a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design? 12|17 aprile|nhow milano|via Tortona 35

 

Nell'abitare contemporaneo il consumo energetico è un tema sempre più rilevante. In particolare l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e l'ottimizzazione dell'energia prodotta sono oggetto di ricerche in continua evoluzione. Elmec Solar, azienda del gruppo italiano Elmec di Brunello (VA) specializzata nella progettazione e installazione di impianti solari fotovoltaici che dal 2015 ha abbracciato anche l'accumulo energetico, è da sempre sensibile alla riduzione degli sprechi energetici e delle emissioni di sostanze inquinanti. A IOricicloTUricicli 7_Design or not Design? sarà presente con un allestimento temporaneo "Green Energy - Green Living", in cui è protagonista una struttura espositiva di ecodesign ideata e progettata dall'architetto Giorgio Caporaso. L'azienda presenta alcune soluzioni di powerstorage di cui è retailer, mostrando come l'accumulo energetico collegato alle rinnovabili sia destinato a diventare una presenza sempre più diffusa all'interno dei nostri spazi abitativi. Una tendenza che, calata nel quotidiano, può e deve incontrare il gusto e lo stile che più ci somiglia.

 

ven

25

mar

2016

Le biciclette artigianali Made in Italy dall’esclusivo telaio in legno

 

A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? dal 12 al 17 Aprile, al nhow milano hotel, in via Tortona 35, le bici Speciale.

Ogni creazione è un pezzo unico, progettato e realizzato a mano da Gianni Speciale, che con passione e dedizione ha creato una Collezione originale, a cui ha dato il proprio nome.

Ciascun modello, curato nei minimi dettagli, rende omaggio alle città italiane, dove il talento e la creatività hanno da sempre trovato espressione, e celebra la passione per il design e per il legno.

Il legno, materia viva da plasmare, è la fonte di ispirazione di Speciale. Attraverso le proprie biciclette, tutte trattate con materiali ecologici, vuole contribuire a uno stile di vita attento e consapevole, nel pieno rispetto dell’ambiente che ci circonda.

La storia di Gianni Speciale nasce da un istinto innato per la creatività e… dal furto della sua storica mountain bike. Insostituibile a tal punto da decidere di costruirne a mano una nuova, unica, in legno. Una storia di successo che continua.

 

mer

23

mar

2016

Edilatte al Fuorisalone 2016

A IOricicloTUricicli 7_Design or not Design? dal 12 al 17 Aprile, al nhow Milano hotel, in via Tortona 35, saranno presenti i Biomateriali Edilatte. In questo contesto, l’Agricoltura Italiana diventa meravigliosa Architettura Italiana. Con le eccedenze agricole dell’Italia dal Nord al Sud nascono le colorazioni by Edilatte realizzate direttamente durante Expo 2015 in collaborazione con l’Associazione Padiglione Italia di Expo.

Rivestimenti di pavimenti di pitture e superfici contemporanee senza petrolio a base delle materie prime d’eccellenza derivanti dagli scarti di materie prime pregiate presenti a Palazzo Italia durante Expo 2015.  Per fare qualche esempio: dai rivestimenti di aceto balsamico (con i residuali della storica acetaia Pedroni)  ai rivestimenti di liquirizia (eccedenze della Amarelli leader mondiale della liquirizia) a quelli lucenti di pecorino a base di scotte,  digestato di erbe spontanee,  foraggi di Asara di Coldiretti Sardegna e della piemontese Granda di Slow Food; le superfici contemporanee idrorepellenti base di sottolavorati del famoso olio di oliva marchigiano di Petrini, di birra sarda e di sottopula di grano siciliano Timilia di La Placa; i colori con le carte dei vini umbri di Lungarotti di Torgiano dell’Umbria e di Caprai  o uniti a quelli della malvasia sarda, testimone di agrobiodiversità da preservare. E molti altri, con tutte le Regioni Italiane rappresentate. 

ven

18

mar

2016

IL CHALLENGE #designornotdesign

Il challenge viene realizzato in vista del Fuorisalone 2016

#designornotdesign ed è organizzato da Misuraca&Sammarro @miscomm in collaborazione con YELPMILANO

 

Il challenge #designornotdesign è lanciato a corredo dell’evento IOricicloTUricicli7 - Design or not Design? In vista del Fuorisalone2016 che si terrà dal 12 al 17 aprile in via Tortona 35 al nhow milano hotel.

 

MECCANICA E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:

Sono richiesti scatti di scorci di Milano che prendendo spunto dal tema #designornotdesign indaghino spazi urbani, suggestioni, ipotesi e segni di design. Si possono utilizzare foto precedentemente scattate che abbiano inerenza al tema. Si possono scattare foto con persone, animali, luoghi e cose con lo scopo di raccontare e catturare idee e riflessioni sul senso del design nella città di Milano in vista del Fuorisalone2016.

Tagga @miscomm e @Yelpmilano metti l’hashtag del contest #designornotdesign 

 

COSA SI VINCE?

Dal 16 al 29 marzo 2016, partecipa al challenge #designornotdesign. Le 10 foto che avranno ricevuto più like saranno esposte durante il Fuorisalone2016 presso il nhow milano hotel in via Tortona 35 all’interno della mostra IOricicloTUricicli7 – designornotdesign. Le foto vincitrici ed i rispettivi autori avranno dedicato un articolo sulla rivista A.CASA MAGAZINE e sul blog “Milanosguardinediti”; gli autori potranno partecipare alle giornate espositive del Fuorisalone 2016 dal 12 al 17 aprile presso il nhow milano hotel in via Tortona 35.

 

 

Fu FACEBOOK

https://www.facebook.com/events/508770629307128/

gio

10

mar

2016

Dorian la cover per arredi che protegge il tuo design nel tempo

 

A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? dal 12 al 17 Aprile, presso il nhow Milano, via Tortona 35, Milano, 

T&T Lab presentano Dorian.

Cover d'arredo, nata dall’ esigenza di ricontestualizzare e proteggere oggetti d’antiquariato, attraverso l’ausilio di una sovrastruttura in plexiglass trasparente,  che rende l'arredo nuovamente utilizzabile.

Uno dei vantaggi è' quello di mescolare oggetti d'epoca in contesti estremamente contemporanei, conferendo loro una nuova dimensione vitale e mantenendone grazie alla trasparenza, le prerogative.

Dorian prolunga il piacere di un design senza tempo.

 

 

lun

07

mar

2016

Meduse luminescenti a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design? 

A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? dal 12 al 17 aprile,Gianfranco Coltella presenta Meduse.

Vetro in lastra di recupero,tagliato in piccoli frammenti, in  forme regolari,(quadrati,rettangoli e triangoli)opportunamente trattati per non essere taglienti, (si inventa uno strumento allo scopo). Questi vengono poi assemblati, seguendo forme morbide e naturali. I profili  ottenuti ricordano le meduse. Illuminate dall’interno, con luci alogene, creano giochi ed effetti di trasparenze incantevoli. 

Le Meduse incontrano subito un successo di pubblico, esposte nelle più importante galleria di design contemporaneo di Milano. Non c’è limite alla creazione di modelli e forme, e Gianfranco sperimenta ogni giorno nuovi modi di mettere insieme il vetro. Nascono modelli da tavolo, da terra, parete e anche da soffitto. 

 

mer

02

mar

2016

Tamara Blu a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design?

 

A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? dal 12 al 17 aprile, i connubi vincenti saranno sotto i riflettori. Il plexiglas, il ferro, l'alluminio e i colori naturali, saranno protagonisti indiscussi negli arredi di Tamara Blu. Complementi d’arredo creati nel rispetto della sostenibilità.

LIBRERIA FRIDA

Libreria modulare componibile realizzata con elementi in ferro di riciclo color rame.Una sorta di “edera rampicante” che crea una divertente e funzionale  installazione a parete.

FRIDA GREEN

Elementi in ferro di riciclo componibili,che diventano,attraverso l’aggiunta di accessori in plexiglas e vetro,moduli  che accolgono il “verde” della nostra casa.

SPECCHIERA  MONDRIAN 

Una specchiera dove l’alluminio di riciclo dialoga con la fibra naturale del legno anch’esso di riciclo.

Un incontro di materiali dalle “temperature”diverse che creano un oggetto dal forte carattere.

 

lun

22

feb

2016

Stefano Notargiacomo e la “meccanica del design contemporaneo” a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design?

Dai connubi più improbabili e dalle interconnessioni eccentriche e sperimentali, nascono consistenze estetiche eccellenti. A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? sarà presente Stefano Notargiacomo. Il punto di partenza del suo lavoro è la “ricerca”, nel senso lato della parola.

Il complemento d’arredo che non ti aspetti, perché non nasce da un progetto definito in partenza, ma dalla ricerca del pezzo meccanico specifico, intorno al quale disegnare una forma che dia vita ad un’opera d'arte. Cosi il corso di creazione è un processo inverso. La raccolta di materiali, a volte inattesi, innesca nell'artista un processo intuitivo, che permette solo successivamente una realizzazione pianificata di ciascun manufatto, con la collaborazione di artigiani esperti, ciascuno per il proprio settore di competenza. La lavorazione della parte meccanica,  che è ridotta al minimo, affinché essa possa mantenere il fascino dell’usura e del vissuto, si mescola con il plexiglas, il marmo e vari tessuti, trasformando il rottame di un vecchio motore in un oggetto d'arte, unico ed originale.

Delle sue opere, l'artista ama dire: “Mi piace pensare che le mie creazioni abbiano anche una dimensione sensuale, ossia la capacità di determinare nel fruitore dell'opera sentimenti contrastanti, così come è contrastante la durezza delle parti meccaniche con la leggerezza e le trasparenze del plexiglas. Il mio tentativo è sempre quello di conferire eleganza, e comunque una nuova vita, ad elementi a priori sprovvisti di fascino”.

Attualmente sta sviluppando nuovi progetti lavorando su parti meccaniche di auto di pregio, anche d’epoca. L’interesse suscitato si estende ed attrae non solamente appassionati di motori.

 

lun

15

feb

2016

Ecodesign Collection di Lessmore a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design?

 

A IOricicloTUricicli7_Design or not Design? sarà presente anche La Ecodesign Collection del brand italiano Lessmore, una linea di arredi che comprende sedute, tavoli, sistemi modulari e complementi di arredo. Tutti i suoi prodotti – disegnati da Giorgio Caporaso - sono accomunati da un design sostenibile, unico ed elegante, con una funzionalità semplice ma ricercata e un’etica attenta all’ambiente e al futuro. Gli arredi, inoltre, possono essere personalizzati con diverse finiture sostituibili nel tempo, senza subire l’invecchiamento dettato dal trascorrere delle mode. Grazie alla modularità, uno stesso pezzo di arredo può essere utilizzato in spazi e allestimenti sempre diversi. La disassemblabilità permette ad ogni prodotto di andare a fine vita allo smaltimento differenziato e al riciclo. Tutto con glamour, attraverso forme ricercate ma funzionali e l’attenzione verso la cura del dettaglio e la qualità. Una concreta ricerca rivolta alla sostenibilità ambientale, pensata per esplorare un nuovo modo di arredare spazi abitativi e di lavoro, hotel, bar, pub, fiere, negozi e vetrine assecondando le esigenze sempre più fluide del vivere quotidiano. I prodotti Lessmore sono espressione di una vera e propria filosofia rispettosa dell’ambiente attenta alle esigenze di una vita sempre più mobile e mutevole. Tutti gli arredi e i complementi della linea Ecodesign Collection disegnata da Giorgio Caporaso sono ispirati al design modulare, componibile per elementi, che guarda anche alla contaminazione, personalizzazione, riparabilità, separazione e disassemblabilità. Diversi materiali, primo fra tutti il cartone, ma anche il legno, il metacrilato e la bioplastica vengono combinati tra loro per dare vita a prodotti resistenti, capaci di durare nel tempo. Non solo. I materiali impiegati sono spesso già riciclati, o certificati FSC. Ma ad essere ecosostenibile è anche il modo in cui vengono utilizzati. La maggior parte degli elementi sono combinati tra loro ad incastro oppure avvitati o incollati per monomateriale, così da poter essere successivamente separati, disassemblati e riciclati. Combonibilità, modularità, trasformabilità, contaminazione, personalizzazione, riparabilità, separazione, disassemblabilità, riciclo, sensorialità sono le parole chiave di Lessmore! www.lessmore.it

 

lun

08

feb

2016

ALBORNO/GRILZ ARCHITECTURE AND FURNITURE a IOricicloTUricicli 7_Design or not Design?

 

 

Studio di progettazione edilizia e design, creato dall’architetto Fabrizio Alborno e dalla designer Ginevra Grilz. Dall' illuminante collaborazione nasce la Collezione VESSEL: una linea di prodotti di arredo che sono la massima espressione della dematerializzazione, dal disegno semplice e lineare totalmente smontabili (concetto meccanicista).

Numerose le pubblicazioni nazionali e internazionali e partecipazioni al Fuori Salone di Milano e importanti fiere del settore; vincitori dell' A’Design Award & Competition 2013-2014 con lo sgabello BARBECUE.

Parte della collezione e' stata richiesta per allestimenti di serie tv e film. 

 

COLLEZIONE VESSEL

SEA Chaise-lounge (disponibile anche nella collezione OUT-DOOR).Struttura in ferro verniciato. In ferro zincato naturale nella la collezione OUT-DOOR. Piani di appoggio in legno listellare nelle essenze rovere naturale, mogano, wengè.

In multistrato marino nella collezione OUT-DOOR. Cuscini in cotone marrone. In fibra acrilica colore bianco nella collezione OUT-DOOR. Colori struttura: rosso minio, grigio tortora, antracite. Misure: L 185 P 75 H 45 

TABLEBECUE Tavolo basso

Struttura in ferro verniciato. Piano in vetro.

Colori struttura: rosso minio, grigio tortora, antracite, azzurro turchese, violetto, giallo, bianco. 

Misure: L 40 P 40 H 40

 

IOricicloTUricicli 7

Design or not Design?

Nhow hotel - 12|17 aprile 2016

 

mer

03

feb

2016

TORNA IL CANTIEREDEL DESIGN ETICO CONTEMPORANEO

Sarà l’appuntamento imperdibile della MILANO DESIGN WEEK dal 12 al 17 aprile: Natura Donna Impresa il più importante Temporary shop del Made in Italy Green Pink.

Dopo l’enorme successo ad Expo 2015, in piazza Gae Aulenti, il “cantiere in rosa del Design Etico” torna per la seconda volta in via Tortona 35 al NHOW hotel quartier generale del FUORISALONE, anche quest’anno con una rigorosa selezione di brand di ricerca, sperimentazione del Design italiano.

Il progetto Natura Donna Impresa, nato nel 2010 come percorso verso Expo 2015 negli anni è stato contenitore di innovazione e racconti di vita mettendo in rete oltre 200 donne che in Italia fanno impresa etica. Un concept di successo dai valori virtuosi che ha trovato il Patrocinio di Expo 2015 e di We - Women For Expo e Città Metropolitana di Milano.

E come sempre annunciato, finita l’Esposizione Universale 2015, la storia di Natura Donna Impresa continuerà il suo illustre cammino per dare luce e visibilità attraverso vetrine eccellenti come il FUORISALONE al Cantiere del Design Etico. Perché NDI è l’evento dedicato al lavoro delle donne. E’ l’evento che promuove l’imprenditoria green italiana. E’ l’evento che mette in rete donne che operano secondo principi di sostenibilità; che investono in Italia; che progettano in Italia; che sperimentano e fanno ricerca in Italia. E’ l’evento che nasce per dare visibilità ai progetti illuminati di donne che nonostante la crisi producono buona economia, in Italia.

 


Per partecipare: info@naturadonnaimpresa.com

                  www.naturadonnaimpresa.com

 

gio

21

gen

2016

Design or not Design?

Come “essere o non essere?” … le domande quest’anno sono esistenziali. Ovvero il design è una impronta dell’essere? Di vivere? Di pensare? Il design è una soluzione alle istanze di mutamento sociali? Il design influenza la vita e le nostre scelte?

Design or not Design?

 

Per il FUORISALONE 2016 il progetto IOricicloTUricicli7 giunto alla sua SETTIMA EDIZIONE chiama a raccolta il mondo dei designer su un tema più suggestivo che mai #designornotdesign

 

Una scelta aulica il richiamo al celeberrimo interrogativo shakesperiano per raccontare il design contemporaneo.

Una call imperdibile per tutti i designer che ogni giorno col proprio lavoro creano nuove soluzioni e altre strade percorribili, nuovi tratti progettuali, nuove entusiasmanti tesi … nuove ricerche e sperimentazioni per dare forma alle utopie.

IOricicloTUricicli nato per dare spazio e visibilità a nuovi talenti del panorama del design italiano anche quest’anno punterà i riflettori sul meglio della produzione green e contemporanea. Come formula consolidata e di successo, sede dell’evento sempre la prestigiosa location del circuito del Fuorisalone la centralissima via Tortona presso il NHOW hotel.

 

L’evento sarà una vetrina eccellente per i designer partecipanti messi a contatto con la stampa italiana ed internazionale e occasione di incontro con buyer e pubblico in cerca di pezzi di design esclusivi.

Inaugurato nel 2010 IOricicloTUricicli si ripropone per il Salone del Mobile 2016 come occasione unica e straordinaria per dare visibilità a chi della sostenibilità fa il proprio concept. Dalla nascita dell’evento sono circa 150 i progetti selezionati negli anni tutti simbolo eloquente di un modo eccellente di fare design etico. In quasi un decennio ormai IOricicloTUricicli è diventato a tutti gli effetti un laboratorio di ricerca e di promozione durante le giornate internazionali del Fuorisalone offrendo ai partecipanti una vetrina ineguagliabile ed una comunicazione integrata vincente.

 

IOricicloTUricicli7 #designornotdesign … that is the question!

 

lun

14

dic

2015

LA SFIDA DEL DESIGN SENZA GUERRA: EDIZERO, LE ARCHITETTURE DI PACE 

APPUNTAMENTO con E FACTOR IL 14 DICEMBRE IN TRIENNALE A MILANO 

Daniela Ducato in rappresentanza delle filiere Edizero Architetture di Pace sarà relatrice tra le 4 case history eccellenze del Made in Italy  all’ evento organizzato e promosso da Triennale Design “E FACTOR” il prossimo 14 dicembre: <<Italia, pensi di avere gli E Factor? Edilizia, Energia, Ecologia, Etica stanno per produrre una reazione a catena liberando i talenti delle alchimie verdi nell’Economia e generando nuovi modelli ecologico sostenibili di abitare e produrre?>>.


EDIZERO - in TRIENNALE FINO AL 26 FEBBRAIO 2016

E’ la mostra sulle connessioni tra design, industria, arte e serialità nel mondo sconfinato degli elettrodomestici che ha dato il via (lo scorso aprile) a Milano Expo 2015 all’evento: “Cucine e ultracorpi”. L’importante esposizione inaugurata in occasione di Expo lo scorso 16 aprile si avvia a conclusione (fino al 26 febbraio 2016) avendo riscosso un enorme successo. Tra i protagonisti dell’Architettura della mostra al Design Museum, EDIZERO (Polo italiano della bioedilizia e design La Casa Verde co2.0, pluripremiati in Italia e all’estero, frutto di elevate tecnologie industriali, sono fatti dagli scarti delle filiere dell’agricoltura e della pastorizia). Certificati Anab Icea, garanzia di km corto, tracciabilità e assenza di inquinanti e derivati petrolchimici, sono tra gli ingredienti di Cucine e Ultracorpi, la prima mostra al mondo dedicata all’evoluzione di cucine ed elettrodomestici dalla loro nascita all'innovazione digitale.


Si può perseguire la Pace progettando Design? In un momento storico impegnativo come quello contemporaneo una strategia imprenditoriale di alta innovazione per un mondo di Pace.

Dalla Sardegna arriva la rivoluzione del Design senza una goccia di Petrolio. Prodotti che non contengono guerra! 

EDIZERO - le Architetture di Pace

I prodotti EDIZERO 100% Made in Italy, ideati e realizzati in Sardegna, da fonti rinnovabili eccedenti e tracciabili non contengono guerra, sono petrol free e non generano land grabbing né rifiuti. Salvaguardano il legame inscindibile tra agricoltura e architettura coniugando insieme elevata tecnologia, difesa del paesaggio e della biodiversità. Gli ingredienti dell’agricoltura diventano i materiali EDIZERO: vocaboli dell’Architettura intesa come “Architettura di Pace”. 

Isolanti, coloranti, leganti fatti solo con materie ultime che diventano prime, agriderivate, non coltivate, che finito di vivere diventano terra fertile, nutrono il pianeta.

Al posto  di materiali inquinanti produrre materiali nutrienti che finito di vivere verranno assimilati, decomposti e riutilizzati dai metabolismi ambientali. Edilana Edilatte Editerra Edimare sono solo alcuni dei bioMateriali pluripremiati, prodotti durevoli che a fine ciclo vita possono essere reimmessi nell'ambiente, senza alterarlo ma nutrirlo, e arricchirlo in termini di biodiversità, per le attuali e future generazioni. 

http://www.edizero.com/materioteca/


gio

10

dic

2015

INNESTI 2.0 _ “cesti contemporanei”

INNESTI nasce da un “concept” dell'architetto Sandra Faggiano, nel quale fonde materiali diversi, lavorazioni tradizionali miscelate a texture estetiche e contemporanee, suggestioni antiche con funzioni nuove.

Una maxi-boule, un grosso contenitore porta frutta da “terra”, che sottintende un nostalgico ritorno alle radici a partire da piccoli gesti-oggetti di vita quotidiana.


La base è realizzata con impasto di in cemento, acqua e filati di canapa grezza, il tutto lavorato riscoprendo le tecniche della cartapesta.  La parte superiore si prevede possa essere realizzata in vimini o giunchi intrecciati con le modalità di lavorazione dei “panari”, magari con risultati-soluzioni sempre differenti. (in collaborazione con artigiani locali)


La sperimentazione permette di ottenere manufatti in cemento molto resistenti ma leggeri e sottili. Una sorta di cls armato, ma di canapa idraulica al naturale. Tutti i pezzi della collezione presentano in rilievo, sul fondo della superficie interna, decori tipici dei ricami e/o arabeschi, che sembrano così quasi “scolpiti” nel cemento.

Dal “lato romantico passiamo a quello più ”materico”: sulla superficie esterna ogni boules presenta una grana ruvida, quella che riporta i segni veri e propri tipici del cemento (in questo caso bianco ma realizzato anche in grigio), assieme ai filati di canapa incastrati in esso.


mer

02

dic

2015

L’EDILIZIA E’ GLAM


Sostenibile. Ricercato. Unico. E’ il brand che porta nel mondo glamour i materiali dell’edilizia rivoluzionandoli e rendendoli più fashion che mai: EDI by Francesca Ferrara. Architetto siciliano giovanissimo ed eclettico. Pieno di entusiasmo e di visionarie intuizioni

Francesca Ferrara ha creato un marchio con tutti modelli brevettati che stanno riscuotendo un forte successo internazionale. Dagli scarti di bullonato defatigante, dalle reti delle zanzariere, dalle placche delle prese elettriche, dalle moquettes, dal prato sintetico … nascono le effervescenti collezioni EDI che alla Design Week

Milanese 2015 all’Expo 2015 si sono imposte con ampi consensi. Un mondo di materiale sottratto al macero e reinterpretato in un contesto glam e sofisticato.

Borse e accessori moda tutti realizzati con dovizia e ricerca nei dettagli. Ogni singolo modello è la storia di un materiale proveniente da un cantiere e dal cantiere

catapultato in passerella. Un gioco di opposti che Francesca Ferrara ha sapientemente forgiato e miscelato per scolpire un’opzione unica ai soliti accessori. Edi di Francesca Ferrara è un esempio di Made in Italy rigoroso e virtuoso. Tutto il processo produttivo dall’ideazione alla realizzazione delle collezioni si svolge in Italia. Un unicum nel panorama di borse e accessori. Un progetto di professionalità e competenza. 


mar

24

nov

2015

DA LESSMORE L’ALBERO CHE AMA LA NATURA


La tradizione del Natale incontra la sensibilità verso l’ambiente nell’originale albero che Lessmore propone per le festività 2015. Un richiamo alla vita e al rinnovamento che trova nuova forma attraverso strati circolari di cartone riciclabile sovrapposti che rivisitano la silhouette del più classico dei pini o degli abeti. Da qui un albero stilizzato nella forma e ricco di significati, disegnato da Giorgio Caporaso. 

Piccolo, da appoggiare su un piano, oppure alto da posare a terra, l’alberello di Lessmore porta un tocco di modernità con cui creare suggestive atmosfere natalizie. Il colore naturale del cartone, anche abbinato alle tonalità tipiche del rosso e del verde, crea sensazioni visive particolari grazie alle onde che compongono i suoi strati. Un effetto che risulta ancor più magico nella versione illuminata a LED.

L’albero di Lessmore è un elemento di design che ci ricorda quanto l’amore per il nostro pianeta possa trovare spazio anche a Natale, attraverso la scelta di decorazioni intelligenti a basso impatto ambientale.

www.lessmore.it


gio

19

nov

2015

Indossare la leggerezza


Il gioiello contemporaneo spesso è espressione di ricerca artistica e sperimentazione artigianale.

Rebirth Italy, manifesta la sua concezione di creatività, modellando la lamina metallica, creando sculture da indossare,  leggerissime, versatili e anallergiche. La contemporaneità della linea è riflessa nei materiali: metallo abbinato a pelli o tessuti di riciclo. La collezione, anche se di ampi volumi, risulta ultra leggera: peso minimo 2 grammi per degli orecchini e un massimo di 40 grammi una collana. 

Rebirth Italy crea il gioiello perfetto, connubio assoluto tra bellezza e saper fare. 

www.rebirth-italy.it

 


ven

13

nov

2015

“COMPASSO D’ORO 2017” - TRA I SELEZIONATI DA ADI INDEX DESIGN 2015 EDIMARE - L’ISOLANTE CON IL CUORE DI MARE


Edimare l’isolante in lana di mare (filiera Edilana Edizero) è stato selezionato da ADI Design Index 2015 tra le 10 eccellenze del miglior design Made in Italy nella categoria Design dei Materiali e dei Sistemi Tecnologici.

I know-how progettuali e produttivi di Edimare sono stati scelti dall’Osservatorio Permanente del Design ADI e fanno parte del prestigioso volume ADI Design Index 2015 che raccoglie annualmente il meglio del design italiano e che terminerà con l’assegnazione del premio triennale Compasso d’Oro 2017 nelle varie categorie.

 

EDIMARE - L’ISOLANTE DI LANA DI MARE

Edimare primo al mondo  realizza stanze di mare e palette di colori estratti dal mare.  Un progetto di interior design senza petrolio, che costruisce perciò architetture di pace … per un Design senza guerra!